Corsi Specialistici

Corsi per Professioni della Selezione e Recruitment

CORSO PER ORIENTATORE

Il ruolo dell’orientatore

Per definizione l’operatore di orientamento assiste le persone a identificare e raggiungere obiettivi professionali, migliorandolo costantemente e superando complessità di percorso.

Attività e compiti

Per fare questo si attua una vasta gamma di attività: erogazione di informazioni, organizzazione e gestione di percorsi formativi di orientamento di gruppo, conduzione di colloqui individuali, organizzazione di tirocini lavorativi, bilanci di competenze.

Poi si rapporta con gli utenti per le scelte e la definizione di un progetto individuale di studio e di inserimento professionale.

Competenze necessarie

L’Orientatore deve essere in possesso di competenze in materia di mercato del lavoro, di formazione e di competenze per colloqui individuali e di gruppo con finalità orientative, alla gestione delle tecniche di ricerca del lavoro, di diagnosi delle competenze e capacità professionali.

La preparazione informatica dell’Orientato.

Avere buona preparazione informatica è diventato importante. La tecnologia fa parte del suo lavoro. Questo gli accresce la confidenza con gli strumenti e i loro concetti ma non porta le giuste competenze per impostare il percorso dell’orientato.

Il corso, per questo, passerà all’Orientatore le competenze per capire le offerte, i corsi, le competenze che hanno maggiore valore per guidare il candidato fino a diventare un esperto di informatica per arrivare al mercato con una solida formazione.

Orientatore e selezionatore di informatici.

Il corso parte affermando quali sono gli obiettivi di chi sta cercando informatici. Quali sono le competenze utili per gli incarichi del settore.

Lo faremo anche ponendoci le domande giuste per un team di selezionatori.

Il dettaglio del percorso di studi informatici. Quali e quante esperienze lavorative ha fatto il candidato durante o subito dopo il percorso universitario. Ha avuto esperienze lavorative precedenti in campo informatico. In particolare extra universitarie.

La parte sulle soft skill.

Troppo spesso vedo descrizioni fantasiose e complesse che nella pratica vogliono dire poco. I termini del settore informatico sono indicatori di preparazione, di skill del candidato.

Con il termine DBA intendo la qualifica di DataBase Administrator. Che fa? Quali competenze ha? Il percorso ideale per raggiungerle? Gli strumenti che deve utilizzare? Quali sono le mansioni diverse riguardo a quelle dell’IT Administrator?

Per valutare queste cose va svolta una bella conversazione con il candidato. Quanti orientatori hanno le competenze per fare questo correttamente?

Saperlo fare bene è compito dell’Auditor durante il colloquio.

Lo scopo del corso.

Il corso prepara l’Orientatore a creare nuovi percorsi formativi per il suo orientato.

Avere compreso bene le qualità dell’orientato potrebbe condurre ad inserire cose giuste. Il contrario condurrebbe a dichiarare nel CV tecnologie sulle quali poi il candidato non risponderebbe correttamente.

Diventerà semplice, invece, alla fine del corso accedere alla comprensione e valutare con padronanza i progetti sui quali lavorare per il contenuto tecnologico e organizzativo, aumentando la possibilità di inserire i candidati negli stage per fare loro acquisire e rinforzare le competenze in una determinata mansione e poi abbinarli a un periodo di studi (magari utilizzando tools, DB a disposizione gratuitamente dalle compagnie leader del settore).

In conclusione, essere costantemente aggiornati in ambito informatico contribuisce all’arrivo di nuove, interessanti, opportunità lavorative.

Ciro Cozzolino

Informatico e Formatore Senior